presenapresena2

 

Carissimi,
in un recente spettacolo, nel monologo finale, dicevano che “... la pace corrode il territorio più della guerra, con i capannoni e le fabbriche al posto delle stalle e dei fienili, in un mondo e in un paesaggio che non si riconoscono più…”
Ho avuto una visione macroscopica di questo assioma recandomi in una delle mie visite sul fronte della grande guerra al passo del Tonale, prima, e poi sul ghiacciaio del Presena, dove ho assistito ad una devastazione del territorio che nessuna guerra sarebbe riuscita a provocare.
Il passo del Tonale è uno dei peggiori esempi di speculazione edilizia di pessimo livello.
Sul ghiaccio del Presena, con mine, gru, bulldozer, camion, migliaia di metri di plastica, la zona è stata trasformata in un gigantesco cantiere atto a favorire lo sci invernale.
I sentieri non sono in gran parte più riconoscibili e si cammina su pietraie instabili.
Le reti di recinzione sono più fastidiose dei reticolati attorno alle trincee.
Denunciamo la malvagità e l’inutilità delle guerre, ma con che diritto l’uomo fa questa guerra alla natura e, quindi, a se stesso?
Nessun altro animale opera per la distruzione del proprio territorio.
E poi qualcuno dice che la nostra vita, rispetto a quella degli animali, è sacra.
“Ma”, direbbe Totò, “fatemi il piacere!”
Attendo i vostri commenti.
Intanto un invito: non andate sul Tonale.

Ciao, Stefano

Commenti   

0 #13 monika 2015-09-04 21:47
purtroppo l`uomo non finirà mai di seguire i soldi....anche se ne avrebbe abbastanza per tutta la vita! Distruggiamo tutto intorno di noi che ci farebbe bene....la montagna,il mare,i bosci,gli animali. Poi saremo molto poveri...
Citazione
0 #12 vittoria gahn-cracco 2015-09-04 16:08
condivido.
tanto si potrebbe dire su questo tema.... ma sono stanca.
Citazione
0 #11 vittoria gahn-cracco 2015-09-04 16:05
Condivido.
E si potrebbe dire ancora di più su questo tema....
Citazione
0 #10 anna bellini 2015-09-03 11:10
il problema del Tonale è il problema di questa società governata dal dio denaro e dalla mancanza di valori. Nel nostro piccolo possiamo solo credere in valori diversi e avere altri dei. Ma il nostro piccolo è come il sasso che gettato nello stagno genere onde e muove l'acqua.
Citazione
0 #9 Liana 2015-09-03 08:52
Götterdämmerung

Si legge che il crepuscolo degli Dei
stia per incominciare. È un errore.
Gli inizi sono sempre inconoscibili,
se si accerta un qualcosa, quello è già
trafitto dallo spillo.
Il crepuscolo è nato quando l’uomo
si è creduto più degno di una talpa o di un grillo.
L’inferno che si ripete è appena l’anteprova
di una ‘prima assoluta’ da tempo rimandata
perché il regista è occupato, è malato, imbucato
chissà dove e nessuno può sostituirlo.

Eugenio Montale
Citazione
0 #8 Saggia Vella 2015-09-03 01:37
Non sapevo dello scempio delle più belle montagne d'Italia,ma conosco lo scempio delle coste e spiagge della Romagna,Liguria, Sicilia Sardegna ecc. dove fantascientifici alberghi e stabilimenti balneari, hanno devastato la bellezza e la purezza del mare. Purtroppo il dio dell'oro, si fa forza dell' ignoranza di quelle persone che alla vista di ruderi antichi evidenziati dagli scavi,dicono "meglio ricoprire queste vecchie pietre inutili e fare delle case o delle belle strade scorrevoli per le macchine" ( sentito con le mie orecchie sia a Verona che in liguria) Povero mondo !!!!!
Citazione
0 #7 Saggia Vella 2015-09-03 01:17
Non sapevo della devastazione delle più belle montagne d'Italia, ma conoscevo lo scempio delle coste e delle spiagge invase da costruzioni di fantascientifici alberghi ( vedi Sicilia e Sardegna,Liguria Romagna ecc).. Purtroppo il cosi detto dio dell'oro, sfrutta l'ignoranza di quei cittadini che vedendo dei resti antichi riaffiorare dagli scavi, dicono " meglio ricoprire queste vecchie pietre inutili " ( sentito più volte con le mie orecchie). Che tristezza !!!
Citazione
0 #6 paola azzolini 2015-09-02 19:09
Ho assistito di recente a un documentario sulla Statale 11 fatto da un gruppo di architetti. Mi sono accorta che anch'io, come tutti, tendo ad abituarmi all'orrore, che abbiamo qui quotidianamente vicino a casa. Vederlo questo orrore proiettato su uno schermo, mi ha fatto balzare sulla sedia. Il Tonale è l'equivalente, ma per rabbrividire basta andare da San Michel a San Bonifacio. Paola Azzolini
Citazione
0 #5 Elide Fioravanzo 2015-09-02 15:30
Le bellezze del territorio dovrebbero essere difese, custodite, tenute lontano dalle masse curiose e invadenti, lasciate intatte nella loro bellezza. Invece....invasione con panini e birre. Siamo in guerra, contro noi stessi, e l'ambiente ce lo sta dicendo in tutti i modi....
Citazione
0 #4 attila 2015-09-02 10:16
il problema è atavico. Da quando l'uomo è prima entrato e poi uscito dalle caverne siamo sempre stati tentati da torri di Babele, colossi di Rodi, piramidi (vere cattedrali nel deserto), ma...è il progresso. E' nostro dovere, comandato da Dio, soggiogare la terra e tutti gli animali. Lo facciamo, purtroppo, con sconsideratezza, ma come dice il buon (si fa per dire buon) R. Baldi, con calma e cadenze semisecolari, la natura si riprende il mal tolto...piangiamoci sopra!
Citazione

Aggiungi commento

Torna su